Quando il fastidio non ti fa sentire donna!

La donna di oggi desidera conservare un aspetto fresco e giovanile in ogni fase della vita, ma non solo esteriormente: è altrettanto importante che possa sentirsi desiderabile e avere una vita intima appagante anche dopo la menopausa.

 

Oggi è possibile eliminare tanti piccoli disturbi della sfera intima con un trattamento ambulatoriale semplice e indolore, conosciuto come “re-vagination” o ringiovanimento intimo. In questo caso il termine non si riferisce solo a un ringiovanimento estetico: il trattamento stimola in modo naturale i tessuti delle parti intime femminili, combattendo l’atrofia vaginale e un’ampia gamma di disturbi funzionali ad essa correlati.

 

In cosa consiste il ringiovanimento vaginale non chirurgico?

 

Si tratta di una terapia innovativa, “dolce” ma estremamente efficace, per combattere un problema comune e molto spiacevole per le donne: la perdita del trofismo vaginale, con tutti i disturbi e fastidi che ne derivano.

 

Sfruttando l’energia del calore, il trattamento di ringiovanimento vaginale stimola la naturale produzione di collagene, con un effetto ringiovanente delle mucose; grazie al miglioramento della condizione dei tessuti si ha un’attenuazione di tutti i sintomi indesiderati, come secchezza, bruciore e sensazioni dolorose nei rapporti intimi.

 

Quali patologie possiamo contrastare con il ringiovanimento vaginale?

 

E’ possibile elaborare protocolli estremamente personalizzati per il trattamento ambulatoriale non invasivo di varie patologie funzionali.

Migliorando il trofismo dei tessuti possiamo innanzitutto attenuare:

·        la secchezza vaginale

·        le spiacevoli sensazioni di prurito e bruciore

·        le lievi perdite di urina

·        allargamento vaginale e correlate disfunzioni sessuali (riduzione del piacere)

·        perdita di tonicità delle grandi labbra.

·        Dispareunia (dolore durante i rapporti)

 

E’ possibile intervenire sul tono del canale vaginale, in caso di lassità delle mucose; questa può essere dovuta ad un parto recente, oppure essere la normale conseguenza dell’invecchiamento e del mutamento delle condizioni ormonali dopo la menopausa.

In entrambi i casi andiamo a stimolare la produzione di collagene, veicolando calore in profondità nei tessuti della vagina e della vulva. In questo modo ne aumentiamo il turgore, l’idratazione e l’essudazione; il canale vaginale recupera il suo calibro naturale.

 

 

La diatermia ha un effetto positivo anche sui genitali femminili esterni, piccole e grandi labbra, dal momento che rende i tessuti più tonici, elastici e lubrificati.

Vinci i pregiudizi e ritorna ad essere donna!